Chi siamo

Nel 2018, Laborplast festeggia 60 anni di attività. Lo fa da leader italiano ed europeo nella rigenerazione del PVC rigido, utilizzato nella produzione di compound, per estrusione e stampaggio a iniezione, e di anime per bobine.Tutto è cominciato nel 1958 in un piccolo stabilimento di Sacconago, dove i fratelli Pariani avviano una produzione di soluzioni in PVC per l'edilizia, in particolare tubi e raccordi destinati ai cantieri locali. Il boom di costruzioni di quegli anni, uniti alla tenacia e alla volontà di Eugenio, Pierino, Paolo e Giovanni, fa sì che l'azienda conosca un rapido e fruttuoso avvio. Nel 1973, viene inaugurato un nuovo stabilimento a Bienate di Magnago.

La fratelli Pariani diventa Laborplast, un'azienda attrezzata per affrontare i nuovi stimoli del mercato. Il management, consapevole del forte sviluppo del packaging industriale, inizia la produzione di anime in PVC per bobine. È una rivoluzione, perché fino a quel momento l'articolo è stato prodotto in cartone spiralato. I clienti comprendono la capacità innovativa di Laborplast, la sua affidabilità e le danno quella fiducia che ne favorisce la crescita.A metà degli anni 90, consolidata la sua posizione nel mercato, Laborplast imposta la gestione in funzione dello sviluppo: un primo importante investimento riguarda la sostituzione degli impianti di estrusione monovite con i più performanti bivite. Con il nuovo millennio, viene acquistato un impianto di rigenerazione ad alta capacità produttiva per proporre al mercato anche il compound di PVC rigenerato. Il punto di forza di questo prodotto è l'attitudine ad essere formulato secondo le esigenze specifiche e le indicazioni del singolo cliente: una caratteristica che ha mostrato fin dalla nascita il riscontro positivo del mercato. Nel 2013, Laborplast termina i lavori di costruzione del nuovo stabilimento di Busto Arsizio: oltre 10.000 m2 di superficie che diventano il cuore dell'azienda. La capacità produttiva di anime raddoppia e quella di compound triplica. Dal 2013 a oggi la crescita è costante: dalle 10.000 tonnellate si arriva a 20.000 nel 2017.

Oggi, l'azienda ha una capacità produttiva oraria di oltre 5.000 kg/h.Nel 2015, matura la convinzione che lo sviluppo non possa prescindere dalla ricerca. Per questo, l'azienda si dota di un laboratorio interno per le principali prove fisico-meccaniche (Compressione, Trazione, Flessione a 3 punti, MVR, MFR, VST, HDT, Resistenza all’urto Charpy e Izod), di uno spettrofotometro avanzato e di una stampante 3D per realizzare i prototipi di nuovi prodotti. Il sessantesimo anno di attività coincide con l'ampliamento della gamma. Da Gennaio 2018 inizia la produzione di barre in PVC piene e forate (a sezione tonda, quadra, rettangolare, esagonale): semilavorati tecnici destinati al settore chimico e petrolchimico. Nel 2019, adiacente all'attuale stabilimento sorgerà una nuova area produttiva di 20.000 m2.Per il futuro, Laborplast non formula previsioni, soltanto un impegno: continuare il suo lavoro dando ai clienti prodotti innovativi, dedicati e nel pieno rispetto dell'ambiente.